Ogni anno, il 31 maggio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e i partner in tutto il mondo celebrano la Giornata Mondiale senza Tabacco, evidenziando i rischi per la salute associati al consumo di tabacco e sostenendo politiche efficaci per ridurre il consumo di tabacco.

La tematica di quest’anno é il tabacco e la salute dei polmoni, infatti respirare anche piccole quantità di fumo può danneggiare gravemente la salute.

Tra i fattori di rischio che concorrono maggiormente alla perdita di anni vita in buona salute un posto di primo piano spetta sicuramente al fumo di tabacco, riconosciuto dall’OMS come uno dei più gravi problemi di salute pubblica al mondo.

Per l’OMS il consumo di tabacco (tabagismo) rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e la principale causa di morte evitabile; quasi 6 milioni di persone perdono la vita ogni anno per i danni da tabagismo e fra le vittime oltre 600.000 sono non fumatori esposti al fumo passivo cioè al fumo che viene inalato involontariamente da coloro che vivono a contatto con uno o più fumatori.

La Giornata Mondiale Senza Tabacco è una grande opportunità per le organizzazioni nazionali ed internazionali per far crescere la consapevolezza della sfida al tabagismo.